Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

Archivio istituzionale

La Luiss a partire dal 2014 ha implementato IRIS, un repository istituzionale dedicato ai dati della ricerca di Ateneo.

L’Archivio risponde alle migliori pratiche e agli standard tecnici internazionali sull’accesso aperto, in particolare per l’interoperabilità degli archivi ad accesso aperto (standard OAI-PMH) e per la conservazione nel tempo dei Contributi della letteratura scientifica. L'Archivio tiene conto delle linee guida del Gruppo Open Access della Commissione Biblioteche della CRUI per la creazione e la gestione dei metadati del 22 febbraio 2012. IRIS, allo stato attuale, costituisce l’Anagrafe della Ricerca ed è interoperabile con le banche dati del MIUR e con il portale europeo OpenAIRE.

L’Archivio, anche ai fini della valutazione interna ed esterna, è l’unico punto di raccolta dei dati sulla produzione scientifica dell'Ateneo e risponde alle finalità di promozione e disseminazione dei prodotti della ricerca scientifica elaborati dagli studiosi nell’ambito della loro attività istituzionale, per migliorarne la visibilità e l'impatto a livello nazionale e internazionale.

All’interno di IRIS i ricercatori Luiss possono provvedere all'auto-archiviazione dei propri prodotti della ricerca e, relativamente agli articoli di periodico, nel rispetto delle policy Open Access dell’editore, renderli disponibili in accesso aperto.

L'auto-archiviazione può prevedere il deposito della versione finale dell’articolo accettata per la pubblicazione (Green road). Questa versione, nota anche come post-print o Author’s Accepted Manuscript, si riferisce all’articolo che ha superato la peer-review, che quindi è definitivo nei suoi contenuti, ma non è ancora stato formattato dall’editore. Il deposito del post print può avvenire al momento della pubblicazione o dopo un periodo di embargo; ciò dipende dalle politiche degli editori. Per conoscere le politiche della maggior parte degli editori nazionali ed internazionali sull'auto-archiviazione, si può consultare il portale Sherpa/Romeo.

A partire dal 2021 all’interno di IRIS la Biblioteca archivia e conserva anche le Tesi di dottorato discusse presso la Luiss a partire dal 2008. Le Tesi di dottorato sono depositate e messe a disposizione in accesso aperto, alla chiusura della carriera, salvo motivate richieste di embargo.